“Un camice bianco svolazzante passò davanti a Micuzzi”

Zona franca_Cop.indd

(da “Zona franca,di Massimo Cassani. TEA, 2013)

Un camice bianco svolazzante passò davanti a Micuzzi e Selene spostando l’aria come le ali di un uccello. Micuzzi non
fece in tempo a sollevare il dito per chiedere un’informazione che il camice aveva già svoltato l’angolo del corridoio ed era sparito. Avevano detto di aspettare un attimo, che li avrebbero chiamati loro quando fosse stato possibile vedere Ambra Cattaneo. Ora c’era il padre. Così Micuzzi e Selene si erano seduti in un corridoio dal biancore suicidogeno che saturava gli occhi ed erano rimasti lì, senza parlare, sorprendendosi che i minuti in quel posto durassero il doppio.
Dopo la metà del tempo che avevano avuto la sensazione di aver atteso, un medico brizzolato li andò a chiamare e li
condusse in una stanza divisa in due: in mezzo un vetro, come quelli attraverso cui si guardano i neonati. Dal l’altra parte del vetro nessun neonato, ma il corpo immobile di una giovane donna, collegata a fi li colorati a loro volta collegati a monitor dallo sfondo verde sui quali si agitavano linee isteriche inintelligibili agli occhi dei più.
Ambra sembrava dormire, il respiro lento ma regolare; una cuffietta verde nascondeva i capelli neri solitamente burrascosi. Selene sollevò le mani quasi a coprirsi il musino. Micuzzi restò impietrito, senza alcuna apparente espressione in volto. I succhi gastrici cominciarono ad agitarsi nel suo stomaco, un misto di pena e di rabbia gli stava frullando le viscere.

Vuoi comprare il libro? Qui

Vuoi comprare l’e-book? Qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...